sabato 11 febbraio 2017

Completo basco e sciarpa all'uncinetto: seconda versione

Come promesso, vi mostro il secondo completo, composto da basco e sciarpa, che ho realizzato all'uncinetto per la seconda delle mie sorelle. Essendo una signora che ha già superato la cinquantina, ha scelto un colore meno brillante e appariscente del primo completo e ha preferito che non applicassi i fiori come decorazione. Quindi il completo risulta molto più sobrio ma, proprio per questo, più raffinato ed elegante. Il filato è un misto lana color marrone mélange che io ho utilizzato messo in doppio e ho lavorato con un  uncinetto n. 7 per le parti a maglia alta e del n. 6 per le parti a maglia bassa.  
Ecco il basco:


E questa è la sciarpa che ho creato utilizzando i punti che caratterizzano il basco che, vi ricordo, è una creazione di Alex, bravissima creativa del forum e del canale youtube La Natura è bellezza. Questo il link per seguire il videotutorial con la spiegazione passo a passo.


Eccovi la spiegazione per realizzare la sciarpa:

Avviare 22 catenelle. 
1° giro: nella quarta catenella a partire dall'uncinetto (le prime 3 catenelle sostituiscono una maglia alta) lavorare una maglia alta e continuare ad eseguire una maglia alta in ognuna delle catenelle fino ad averne in totale 20, comprese le 3 cat. di inizio giro.
2° giro: voltare il lavoro e lavorare 3 cat. , sul punto seguente lavorare una maglia alta presa da dietro, 4 maglie alte sulle 4 maglie di base successive, sulle due maglie di base seguenti lavorare due maglie alte prese da dietro. Continuare alternando due maglie alte prese dietro e quattro maglie alte fino alla penultima maglia di base  su cui si lavorerà una maglia alta presa dietro. Finire il giro con una maglia alta.
3° giro: 3 cat. , una maglia alta presa dal davanti, 4 maglie alte, 2 maglie alte prese dal davanti. Continuare in questo modo fino alla penultima maglia che si lavorerà prendendola dal davanti. Finite con una maglia alta.
Ripetere il 2° e il 3° giro fino ad ottenere la lunghezza voluta. La sciarpa che ho lavorato io misura cm 20 di larghezza e cm 110 di lunghezza escluso l'anello.
Per lavorare l'anello fermasciarpa, a circa 105 cm di lunghezza del lavoro eseguire un primo giro con diminuzioni lavorando le maglie alte non chiuse e chiuse insieme a due a due, così come si presentano, cioè lavorate in rilievo prendendo da dietro o dal davanti le maglie in rilievo e lavorando regolarmente le maglie alte che non si presentano in rilievo. Cercare di chiudere sempre insieme le coppie di maglie in rilievo
Dopo il primo giro avremo ottenuto 10 maglie. Durante il secondo giro lavorare a maglia alta lavorando una maglia alta in rilievo su quelle che prima erano le coppie di maglie alte in rilievo e che, a causa delle diminuzioni sono diventate singole. Lavorate ad inizio e fine giro altre due diminuzioni.
Da questo momento in poi, lavorare dei giri a maglia bassa per una lunghezza  di 20 cm. Chiudere il lavoro lasciando una coda di  filo sufficientemente lunga da poterla utilizzare per cucire l'anello fermasciarpa a punti nascosti sul retro del lavoro.

Cortese richiesta: se realizzate questo lavoro o qualunque altro modello creato da me e di cui metto le spiegazioni gratuite su questo blog,  vi chiedo cortesemente di farmi sapere se avete riscontrato errori nella spiegazione e, nel caso in cui doveste pubblicare il vostro lavoro sul web, di citare la fonte mettendo un link al relativo post.  Che poi è quello che faccio sempre io quando eseguo lavori che sono stati creati da altre persone, nel rispetto della normativa sul copyright. 
Vi chiedo la stessa forma di rispetto, e a maggior ragione, per i lavori di designers straniere di cui io eseguo e pubblico le traduzioni autorizzate. Grazie mille! Se poi mi mandaste anche una foto del vostro lavoro, mi fareste davvero felice.

Capite bene che, se sono costretta a ribadire questa richiesta, nonostante sia già scritta sulla barra laterale, è perché ho avuto la sgradevole sorpresa, sia in passato che di recente,  di trovare materiale tratto da questo blog copiato pari pari su altri siti, senza la mia autorizzazione e senza che sia stato messo neanche un link o che sia stata citata la fonte.  Per carità, non faccio tragedie, ma è di certo un comportamento sgradevole e poco rispettoso nei riguardi di chi spende parte del suo tempo libero per mettere il frutto della propria creatività ed esperienza a disposizione di tutti e in modo del tutto gratuito. In diversi casi si trattava solo di mancata conoscenza delle regole, e infatti appena ho fatto presenti i miei diritti, le persone interpellate hanno risposto scusandosi e mettendo subito il link. Ma l'ultima volta, e non cito neppure il blog perché non merita pubblicità, in maniera molto arrogante, non solo non mi è stata concessa neppure una risposta, ma addirittura dopo le mie rimostranze e i successivi commenti di bloggers che mi seguono e che mi davano ragione, è stata tolta a chiunque la possibilità di commentare sul blog. A questo punto ho dedotto che quel blog è stato aperto solo allo scopo di incassare i proventi derivanti dalla pubblicità e non certo per mantenere dei rapporti cordiali di scambio e di amicizia nel rispetto della netiquette. Ecco perché va avanti copiando pattern dai blog altrui o dalle riviste.
Da un po' di tempo a questa parte, sinceramente, comprendo molto di più le bloggers, come Francesca e Lella,  che forniscono generosamente le proprie spiegazioni gratuite, ma  solo su richiesta. E' un carico di lavoro notevole quello di rispondere a tutte le email inviando i tutorial free, e loro lo fanno regolarmente e puntualmente da anni, ma quantomeno non rischiano di vedere il proprio lavoro letteralmente "rubato" da altri.  Purtroppo io non ho il tempo di gestire il mio blog in questo modo, quindi continuerò a pubblicare le mie spiegazioni e le traduzioni autorizzate. Ma faccio divieto a chiunque di appropriarsi dei contenuti del mio blog. Non siamo nella giungla, né nel Far West. Siamo in un paese democratico, in cui esistono delle normative ben precise sulla tutela dei diritti d'autore. Basta solo  rispettarle.

A presto!
Rosa

10 commenti:

Angela ha detto...

Bello anche questo completo.

Rosa ha detto...

Grazie Angela!

Andreina ha detto...

purtroppo le brutte abitudini son dure a morire....
complimenti anche per questo lavoro....sobrio ed elegante

carmen ha detto...

Ciao Rosa, bellissimo completo, bravissima!
Buona domenica
Carmen

gomitoliebijoux ha detto...

Bel completo complimenti!e i baschi son sempre comodi!Ne ho fatto uno simile per mia nipotina pochi giorni fa e l'ho pubblicato.
Buona domenica
Emanuela

MaryGi ha detto...

Bello e veramente elegante questo completo!!!! Chi ha queste brutte abitudini continuerà anche se mettiamo delle semplici regole, per loro la ricerca della visibilità è più importante della correttezza. Anche se ho pochissimi, tutorial, anche a me è capitato di trovare mie copie senza i riferimenti del mio blog, e una di queste era proprio un tutorial inviato per mail su richiesta, proprio come Lella e Francesca, una volta inviata la mail purtroppo non c'è nessuna garanzia del rispetto....
un abbraccio
MGrazia

Rosa ha detto...

Beh...se succede anche questo...siamo proprio alla frutta.

dolcezzedimamma ha detto...

Il tuo coordinato è bellissimo e tu sei sempre molto generosa.
Per quanto riguarda le scorrettezze, se non sono involontarie , dovrebbero essere seriamente sanzionate, altroché! In quel famoso blog ora non è più possibile commentare, hai notato?

gloria. ha detto...

Che carino...peccato nn saperlo fare....

silvana ha detto...

Brava rosa! Parole sante!