venerdì 29 aprile 2011

Una favola moderna. Auguri agli sposi...e anche a me e al mio sposo!

Moderna, ma pur sempre una favola! Mi è piaciuto da matti seguire la diretta in TV! Tutto molto British! Bellissimo rivedere Londra, una città che amo. Ci sono stata da poco e già progetto di tornarci! Chissà, forse l'anno prossimo per le mie Nozze d'Argento! Già, fra un anno esatto! Domani infatti è il ventiquattresimo anniversario delle mie nozze, che non saranno state da favola come quelle che abbiamo visto oggi, ma sono state bellissime ugualmente. Quando ci si ama davvero è così. Lunghi preparativi, la casa, abiti, ansia, attesa, inviti... stress stress stress, ma alla fine il grande giorno arriva...ed è sempre un giorno meraviglioso!
Dopo però, bisogna costruirla giorno per giorno la vita matrimoniale, e perché sia solida ci vuole grande forza di volontà, a volte grande sforzo.
Io e mio marito stiamo insieme da trent'anni, da ventiquattro siamo sposati e non abbiamo avuto una vita facile. Però ancora oggi, quando ci guardiamo negli occhi, ognuno legge in quelli dell'altro gli stessi sentimenti, anzi se devo dirla tutta quei sentimenti oggi sono più forti e profondi di un tempo.
Auguro a questi sposi reali di poter dire la stessa cosa tutti i giorni della loro vita insieme, che spero sia lunga e felice e che il loro amore, che è del tutto evidente, li aiuti ad affrontare le pesanti responsabilità che li aspettano in futuro.
Viva gli sposi e...che la favola continui!

giovedì 28 aprile 2011

Ma che fortuna!!!!!


Non ci posso credereeeee!!! Ho vinto un altro candy!!! In pochissimo tempo...tre candies vinti!
Quello di Fede, quello di Mem e adesso quello di Antonella di Ricamanto!!! Mi dovrò decidere a giocare al Superenalotto, mi sa che è il momento buono!

Vincere un candy fa sempre piacere, ma qualche volta...di più!!! Come in questo caso.
Non so ancora cosa ho vinto, so soltanto che è un oggetto ricamato da Antonella e tanto mi basta . Primo, perché Antonella è una mia grande amica, una delle prime che ho conosciuto attraverso il blog , con la quale c'è sempre stato uno scambio ininterrotto di commenti, non solo sui nostri lavori, ma anche su aspetti della nostra vita privata.
Grazie a lei inoltre, l'anno scorso, ho terminato diversi lavori abbandonati da tempo perché mi ha dato una grande spinta motivazionale inventandosi il SAL dei sospesi. Insomma Antonella è una persona cui piano piano mi sono davvero affezionata e mi farà tanto, ma tanto piacere avere una sua creazione a casa mia, che mi terrò ben cara, in attesa di incontrare Anto di persona un giorno, chissà..

Antonella cara, ti abbraccio forte e ti ringrazio tantissimo! SMACK!!!

sabato 23 aprile 2011

Buona Pasqua!


Auguro a tutti i miei lettori fissi e occasionali, a tutte coloro che ormai non considero più amiche virtuali, ma vere amiche, a tutte coloro che mi fanno felice lasciando un commento o scrivendomi un' e-mail, ma anche a quelle che non lo fanno, per timidezza o perché non trovano nulla d'interessante da commentare in questo blog, insomma...a tutti coloro che aumentano ogni giorno la mia voglia di tenere sempre aggiornato questo mio spazio nel web, una...

FELICISSIMA PASQUA!!!
Vi abbraccio,
Rosa

sabato 16 aprile 2011

Copertina bianca all'uncinetto: wip.




Questa copertina l'ho chiamata "White sweet, sweet dreams". E' sempre per la bimba che stiamo aspettando. Dico stiamo intendendo tutta la mia grande famiglia, ovviamente! In realtà, ormai lo sapete, si tratta della bimba che stanno aspettando il mio cugino-figlioccio Diego e sua moglie Viviana.
Sono già a circa metà del lavoro, considerato che dovrò lavorare anche un bordo tutt'intorno.
Sto usando il filato BBB Atlas bianco (70 % lana e 30% acrilico) e un uncinetto n. 2,5. Il filato non mi soddisfa al massimo. Non è morbidissimo come avrei voluto. Però in questo periodo non posso uscire per fare acquisti e delego altri, quindi mi accontento.
Il modello è Sweet Dreams di Terry Kimbrough. Su Ravelry non è gratuito, perchè fa parte di una pubblicazione da acquistare, ma io ho fortunosamente trovato una blogger che ha pubblicato lo schema che lei ha ricavato dalle spiegazioni.
Il lavoro procede abbastanza velocemente, nonostante il filato sottile. In confronto al Greengold che era nero e con un punto molto più complicato mi sembra di andare a 100 all'ora, come diceva Morandi in una vecchia canzone!
AGGIORNAMENTO 23 APRILE 2011
Sono arrivata a circa l'85% della copertina. Però considerate che, come al solito, ho iniziato un altro lavoro da alternare a questo per non annoiarmi: uno scialle Undine con un filato particolare che avevo nel mio stash (per chi non sa l'inglese, niente paura, significa di riserva, nel cestino dei gomitoli insomma. E' un termine molto in voga su Ravelry). Tradurre la spiegazione mi ha fatto venire voglia di averne uno tutto per me! In verità avevo iniziato un Annis, ma ho dovuto avviare i 363 punti quattro volte, ho sbagliato il punto traforato due volte e ogni volta bisognava scucire tutti quei punti. Insomma , ho capito che quel lavoro non era nato sotto una buona stella. Meglio cambiare rotta!!!Inserisci link

giovedì 14 aprile 2011

Undine shawl di Christine Ebers: traduzione in italiano!


Ho il piacere di annunciarvi che Christine Ebers, l'autrice del bellissimo scialle Undine, mi ha autorizzata a tradurre il suo pattern in italiano. Da oggi quindi, sulla colonna destra del mio blog trovate il link che vi porterà alla pagina della traduzione per eseguire questo scialle, che pur essendo di grande effetto, non è troppo difficile. Secondo me, chiunque abbia un minimo di esperienza con i punti traforati può affrontare questa piccola "impresa". Mi sono permessa di aggiungere delle note che spero vi aiuteranno.
Potete vedere altre foto dello scialle Undine realizzato da me sul mio blog in questo post e qui su Ravelry.
Il modello originale in inglese è scaricabile gratuitamente su Ravelry qui. Chi non è iscritta a Ravelry può scaricare il Pdf , sempre gratis, in questa pagina. Nella mia traduzione non troverete gli schemi, quindi scaricare il modello originale è assolutamente indispensabile.

Spero di aver fatto venir voglia a qualcuna di voi di cimentarsi in questa sfida : lo scialle triangolare top down (cioè iniziato dal collo e finito con il bordo inferiore). O di aver facilitato la realizzazione del lavoro a chi ha delle difficoltà con l'inglese.
Naturalmente chi dovesse riscontrare degli errori, delle omissioni o dei passaggi poco chiari mi farebbe cosa gradita segnalandomelo tramite un'e-mail.

Ovviamente mi piacerebbe vedere i lavori realizzati grazie alla mia traduzione, perciò...fatemi sapere!
Buon lavoro!

martedì 12 aprile 2011

Black Greengold: altre foto

Guardate queste foto che Irene ha rielaborato stamattina:

Non sono fantastiche?

sabato 9 aprile 2011

Scialle all'uncinetto Black Greengold


Ed eccolo finalmente finito! Black che più black non si può! Cliccate sulle immagini per ingrandirle e vedrete meglio i particolari dello scialle. Le dimensioni finali, dopo il bloccaggio sono...rispettabili: m 1,6o x cm 80. Come vedete non ho messo le frange, che il modello prevedeva. Non amo molto le frange e il bordo dello scialle mi sembrava già bello così. Di mio c'è la finitura a punto basso e picot del bordo superiore, che ho dovuto improvvisare perché sullo schema non c'era.


Ci sono voluti 5 gomitoli da 50 grammi di filato sottilissimo della Lana Gatto, la Perlata d'Australia, un uncinetto n. 2,5 e...tanta pazienza! Che ne dite?



Chi è iscritta a Ravelry può vederlo anche qui, mentre il modello originale si può scaricare, oltreché gratuitamente su Ravelry anche sul blog dell'autrice in questo post, dove troverete anche un passo a passo fotografico.



Just a moment, please! Avete notato il fermacoda di Irene? L'ho improvvisato durante un attacco di uncinettite acuta mentre lavoravo sulla giacchetta Spring rainbow. Se vi piace nei prossimi giorni posterò la spiegazione. E poi devo farvi vedere il nuovo lavoro che ho iniziato, anche stavolta con filato sottilissimo, ma per fortuna in bianco!
Perciò...non mi abbandonate!

Rispondo anche su questo post a chi mi chiede gentilmente notizie sulla mia salute. Secondo l'ultimo controllo tutto procede bene. Adesso riesco a muovermi di più e ad essere più autonoma in casa. L'esito finale di quest'intervento però, si potrà valutare solo il 27 aprile, giorno in cui farò una radiografia. Vi farò sapere...

Buona domenica a tutte!

venerdì 8 aprile 2011

Premio di Mem arrivato!


Ieri, con mia grande gioia, ho ricevuto la busta gialla che conteneva il premio del blog candy di Mem. Sorpresa! La pochette è molto, ma molto più bella dal vivo rispetto alla foto. Inoltre , altra sorpresa! Dentro la pochette c'era un pacchetto di ovetti di cioccolata confettati. Non ne mangiavo da tantissimo tempo! Appena li ho visti ho pensato: " Aspetto Pasqua per assaggiarli, adesso sono a dieta!" Ho resistito solo qualche ora, poi ho assaggiato: deliziosi! Altro che aspettare Pasqua! Ho dovuto nasconderli per non mangiarli tutti subito, con la volenterosa collaborazione degli altri cioccolatari che mi ritrovo in famiglia!
Quanto alla pochette, ho dovuto proteggere anche quella. Da chi? Ma dalle rapaci manine di mia figlia naturalmente! Appena ho notato come la guardava, senza neanche aspettare che mi chiedesse di regalargliela le ho detto: "Non se ne parla nemmeno!!!". Poi giù a ridere!!!
Mem mi ha scritto un biglietto su cui leggo che la pochette ha alcuni difetti, ma io l'ho osservata da tutte le angolazioni e, vi assicuro, non ho visto neanche l'ombra di un difetto.



Per me è perfetta! Troppo bella! E quando mai riuscirei io a realizzare un oggetto così?
Grazie mille Mem!!!
***********************

Le più attente di voi avranno notato che, in secondo piano nella prima foto di questo post, si intravede il mio scialle Greengold! L'ho finito martedì scorso ed è ancora bloccato sul tavolo in soggiorno. Non vi dico la fatica per appuntare tutti gli archetti uno per uno! Penso che domani potrò fotografarlo e postarlo sul blog. Non vedo l'ora di sentire cosa ne pensate!

lunedì 4 aprile 2011

Spring rainbow baby jacket

Ed ecco svelato il mistero! Questo era il work in progress che vi avevo mostrato il 1 aprile. Si tratta della Spring rainbow baby jacket! Naturalmente l'ho chiamata così perché è coordinata con la Spring rainbow blanket. Il modello cui mi sono ispirata l'ho trovato su Ravelry ed è il Presto Chango di Valerie Wallis, pattern con cui l'autrice ha vinto il primo premio in un contest. Senza dubbio per l'originalità e la versatilità. La giacchetta è lavorata in due pezzi e il pannello centrale si presta ad essere realizzato in punti diversi, anche più volte, in modo da cambiare look alla giacchetta quando si vuole , per esempio in caso di macchie! In questo caso io ho sostituito il bel punto traforato del modello originale con uno "quasi" uguale a quello della copertina, dico quasi perché dato l'esiguo numero di punti a disposizione ho ridotto in scala il punto canestro e l'ho fatto diventare...punto canestrello!
A me questo modello sembra geniale e sicuramente lo rifarò, magari quando la piccolina sarà più cresciutella!
Per chi non è su Ravelry la spiegazione è disponibile gratuitamente in inglese a questo link.

sabato 2 aprile 2011

Involtini con carciofi



Oggi ricettina!
In questo periodo i carciofi abbondano ed è il momento giusto per preparare degli involtini gustosissimi! Magari siete in tempo per prepararli per cena o per il pranzo di domani!
Questa è una ricetta che mi ha passato mia suocera tanto tempo fa. Dovete sapere che mia suocera è una cuoca non brava... semplicemente inarrivabile! Per fortuna io non mi sono mai messa nè sentita in competizione con lei (sarebbe stato stupido, avrei perso su tutta la linea!), tantomeno mio marito mi ha fatto mai pesare "la differenza"! Il mio atteggiamento è stato sempre quello di chi vuole imparare, magari modernizzando un po' le ricette, a fini dietetici (uff!) o facendo uso di diavolerie moderne (ad esempio, guai a parlare di carta forno a mia suocera!)

Ma andiamo alla ricetta.

Ingredienti:
Fettine di manzo sottili
ricotta
carciofi teneri, preferibilmente spinosi (hanno un sapore ben diverso da quelli senza spine!)
parmigiano o grana grattugiato
prosciutto cotto
vino bianco
rosmarino
brodo (io uso quello vegetale granulare, non ho ancora provato a farlo in casa, ma lo farò!
pepe
olio e.v. d'oliva
un limone

Mondate i carciofi per bene togliendo le foglie esterne le punte. Tagliateli a metà e poi in quarti privandoli delle eventuali "barbe". Via via immergete i carciofi in acqua acidulata con succo di limone perché non anneriscano. Io ogni tanto strofino anche le mani con il limone perché anch'esse non anneriscano! Poi lessateli in acqua bollente salata finché saranno teneri, ma al dente.Scolateli e lasciateli intiepidire. Nel frattempo disporre le fettine di prosciutto sulle fette di carne. Mescolare la ricotta con il formaggio grattugiato , pepare a piacere e distribuire il composto sulle fette di carne. Mettete al centro di ogni involtino due pezzetti di carciofi e arrotolate bene gli involtini legandoli con filo da cucina.
Versate dell' olio in un tegame e fate rosolare bene gli involtini aggiungendo dei rametti di rosmarino. Quando la carne avrà perso il colore rosso, sfumate con il vino bianco.
Continuate la cottura aggiungendo via via un po' di brodo (io di solito cospargo la carne di brodo granulare e poi verso dell'acqua bollente).
Durante la cottura si formerà un fondo di cottura che sarà un ottimo accompagnamento per gli involtini.

VARIANTE:
quando non ho la ricotta, preparo una variante più semplice di questi involtini. Metto sopra allo strato di prosciutto i pezzetti di carciofi semplicemente passati nel grana grattugiato, oppure aggiungo della provola dolce tagliata a bastoncini. Il risultato è buonissimo lo stesso.

Se provate questa ricetta...fatemi sapere!
Buon fine settimana!

venerdì 1 aprile 2011

Second Annual Knitting & Crochet Blog Week


Ho appreso oggi che siamo nella Settimana dei blog di Maglia e Uncinetto, un'iniziativa a livello planetario!
Se ho capito bene chi vuole partecipare deve postare qualcosa di insolito che abbia comunque a che fare con i ferri o con l'uncinetto. Allora mi sono detta: "Quale migliore occasione per postare quello che ho in lavorazione in questo periodo?"

Preciso subito che non è un mio modello. Per essere insolito ed originale, lo è, non c'è che dire... Solo che in questo momento non si capisce granché. Guardate un po' e provate ad immaginare cosa ne verrà fuori. Come vedete è un lavoro coordinato con la Spring rainbow blanket e perciò sapete già a chi è destinato! Ovviamente ve lo farò rivedere quando sarà finito e vi svelerò qual è il pattern e chi è la bravissima designer che l'ha creato. Vi lascio un po' in sospeso insomma...
Mi perdonate? Dai, prendetelo come un Pesce d'Aprile!


AGGIORNAMENTO 7 aprlile 2011:
girovagando fra i blog che hanno partecipato all'iniziativa di cui sopra, mi sono resa conto di non aver capito bene in cosa consisteva. In realtà ogni giorno della settimana aveva una tematica ben precisa e prevedeva un post specifico. Pazienza, ormai è troppo tardi! L'anno prossimo starò più attenta!