domenica 31 ottobre 2010

Sciarpa "Mille onde"


Potevo resistere alla tentazione di realizzare qualcosa con la lana volant? Da brava LqA... certamente no!!! Con questa sono due le sciarpe che ho lavorato nel medesimo modello , ma in sfumature di colore diverse. Quella che vedete nella foto ha tutti i colori del mare, da qui il nome. L'altra era in viola-glicine-lilla e l'ho regalata a mia nipota senza fotografarla. Grave dimenticanza! Chissà quando me la mollerà di nuovo per poterla fotografare!
Il modello è ispirato a "Serratura a scatto" di Typesetter, però nel modello originale, che è realizzato con un filato semplice, c'è un volant alle due estremità. Qui di volant ce n'erano già a bizzeffe e quindi...
In questo post potete trovare il tutorial per imparare a lavorare questo filato.

Vi anticipo che, sempre da brava LqA, ho comprato la famosa lana pon pon (o pom pom? Boh! L'ho trovato scritto in tantissimi blog in entrambi i modi e adesso non so più come si scrive!) e ho inventato un mio modello piuttosto particolare. Vedrete! Non appena ne avrò scritto la spiegazione lo invierò a Ciami, fondatrice del gruppo Laniste quasi Anonime, perché voglio partecipare alla sua bellissima iniziativa a sostegno della ricerca sul cancro. Se volete saperne di più cliccate sul banner.



lunedì 18 ottobre 2010

Campagna Nastrorosa


Ottobre è il mese della prevenzione del tumore al seno.

Di recente ho ricevuto una e-mail di Tania del blog Dulcis in furno che mi informava di un'idea lanciata da Carolina del sito Semplicemente pepe rosa . In sostanza propone a tutte le bloggers di dare la massima pubblicità possibile alla Campagna Nastrorosa che ha come obiettivo quello di sensibilizzare le donne circa l'importanza della prevenzione di questo male che fa ancora tante vittime proprio tra quelle donne che preferiscono ignorare questa minaccia alla propria salute, far finta che non esista, che possa accadere solo alle altre, piuttosto che controllarsi periodicamente in modo da affrontare e curare la malattia il più precocemente possibile.

Vi riporto integralmente il messaggio di Carolina:


"Come molte di voi sanno, ottobre è
il mese della prevenzione del tumore al seno. Ed è il mese in cui la campagna nastrorosa raggiunge il suo apice.
Ad esempio, mi ricordo che l'anno scorso a Firenze avevano illuminato i principali monumenti storici con dei bellissimi fasci di luce rosa. Perché a ottobre dobbiamo tingerci tutti un po' più di rosa...

Non so se ve lo ricordate, ma l'anno scorso le blogger polacche avevano lanciato (o ripreso, non so) questa bella iniziativa di un "post rosa per la prevenzione del tumore al seno" che, tra le altre, era stato postato anche da Alex(magnifico, come sempre!). Ecco, pensavo che si potrebbe fare una cosa simile... Tutte insieme.

Diciamo che ognuna di noi ha carta bianca.
Questo per fare in modo di raccogliere più adesioni possibili (che bello tutto il web tinto di rosa per un giorno per un'ottima causa).
Può essere un post
contenente una ricetta, un collage di ricette, un menù, un collage di foto qualsiasi, foto di fiori,... E chi più ne ha più ne metta.
Gli unici due punti
fermi devono essere il colore rosa (per via del famoso nastro rosa) e il link alla campagna nastrorosa 2010."

Appuntamento al 18 ottobre quindi per tingere insieme il web di rosa!


Accolgo l'invito di Carolina e di Tania. Con grande partecipazione emotiva!
Prima di tutto colgo l'occasione per salutare e incoraggiare le donne che in questo periodo stanno lottando con tutte le loro forze contro questa malattia che, pur essendo oggi più guaribile che in passato, è sempre una brutta bestia che, specie all'inizio, getta l'ammalata e la famiglia nell'angoscia. So che ce ne sono fra le mie "amiche di blog" e mando loro un forte abbraccio.

Oggi quindi accendiamo tutte insieme un fascio di luce sulla Campagna Nastrorosa, cioè sulla necessità e sull'importanza della prevenzione. Io lo faccio pubblicando la foto delle zinnie rosa che sono ancora in fiore nel mio giardino.
Questo è il banner che con un semplice click vi porterà a scoprire in che cosa consiste la Campagna Nastrorosa.


Iscriviamoci! E sottoponiamoci periodicamente ad una mammografia. La vita è un dono troppo prezioso per essere buttato via a causa di una negligenza o una dimenticanza o semplicemente della paura di affrontare il problema.

mercoledì 13 ottobre 2010

SAL dei sospesi: finiti gli inserti filet!


Finalmente, con il secondo dei due piccoli tondi con i boccioli di rosa, ho finito gli inserti a filet per la tenda della stanza di mia figlia.

Adesso mi tocca passare la mano a mia madre per il lavoro di rifinitura, cioè l'applicazione degli inserti e del bordo alla stoffa e l'esecuzione delle sfilature che completeranno la decorazione della tenda. Stavolta dopo che mia madre avrà sfilato il tessuto voglio eseguire io il ricamo. La voglia di imparare ce l'ho, una bravissima maestra pure, un po' di prove le ho fatte. E poi non voglio far affaticare troppo gli occhi di mia madre e neppure farla soffrire per i dolori alle mani. Ormai anche il semplice gesto che si fa per cucire per lei è fonte di forti dolori. Approfitterò della sua bravura solo per farmi guidare nella sfilatura vera e propria. E' un lavoro di precisione e ho paura di rovinare il lino.
Ce la farò? Ci vorrà ancora del tempo, ma ce la farò!

Abbattere le barriere linguistiche si può!

In un suo graditissimo commento la simpatica Vale mi ha richiesto, in modo molto delicato devo dire, la traduzione delle spiegazioni dell'Undine shawl. Ve lo ricordate? Potete vederlo in questo post. L'ho realizzai come premio per il candy di festeggiamento per il primo compleanno di questo blog. Io avrei intenzione di farla, ma bisogna che chieda prima l'autorizzazione dell'autrice. Per dare questa risposta a Vale sono andata a visitare il suo blog Il mondo di Vale e lì ho "captato" una sua segnalazione ,utilissima per chi è interessato ai tanti modelli che si trovano in rete in lingua inglese. Si tratta di una tabella, pubblicata dal sito abchobby (sito molto interessante che già conoscevo, infatti è tra i miei link utili da molto tempo) in cui si possono trovare le traduzioni dei vari punti della maglia e dell'uncinetto ed anche dei principali vocaboli di questo specifico ambito.
Ho pensato di fare un piccolo favore anche alle mie lettrici facendo la stessa segnalazione anche sul mio blog, spero che Vale non se ne abbia a male. Questo è il link, che da oggi si trova anche sulla colonna laterale fra i miei link utili.
Sul blog evileye invece, oltre a trovare uno strumento molto simile, cioè un glossario dei punti della maglia, troviamo anche un video che spiega come tradurre una spiegazione dall'inglese all'italiano.
In questo modo anche chi non ha un'approfondita conoscenza dell'inglese, potrà provare a cimentarsi nella traduzione delle spiegazioni di modelli creati da straordinarie designers di tutto il mondo.
Spero di trovare un glossario simile anche per altre lingue. Nel caso lo trovassi ovviamente ve lo segnalerei subito.

Abbattere le barriere linguistiche si può!

lunedì 11 ottobre 2010

Centrino-premio per Serafina

In questi giorni ho ultimato un po' di lavori. Per esempio il premio per Serafina-Mamanluisa.
Eccolo! Lavorato con filo di Scozia n. 12 ed uncinetto 1. E' stato facilissimo copiarlo e perfino divertente! Il mio centrino, modestia a parte, è molto più bello dell'originale. Le dimensioni sono pressoché le stesse, ma la qualità del cotone mi ha permesso di creare un lavoro molto fine, nonostante il filo non sia sottilissimo.
Adesso devo trovare il tempo di andare all'Ufficio postale a fare la solita coda infinita per la spedizione. Raccomandatissima! Non vorrei facesse la fine della prima busta che spedii a Betty, la vincitrice del mio secondo candy. Persa nei meandri degli uffici postali d'Italia!

domenica 10 ottobre 2010

Sciarpa Saroyan di Liz Abinante - Traduzione in italiano


Ho il piacere di annunciare che, grazie al mio primo malanno di stagione e al conseguente forzato riposo, ho finalmente (!) trovato il tempo di ultimare e pubblicare, con l'autorizzazione dell'autrice, la traduzione in italiano del pattern "Saroyan" di Liz Abinante.
Da oggi trovate il link sulla barra laterale del blog e prossimamente sarà disponibile anche su Ravelry grazie ad un link che la stessa Liz inserirà sulla pagina del suo modello (me l'ha promesso). Ovviamente anch'io segnalerò la mia traduzione su Ravelry sulla pagina dedicata alla "mia" Saroyan.

Ecco accontentate le numerose, gentili richieste ricevute!

Il modello originale in inglese si può trovare qui su Ravelry, scaricabile gratuitamente previa iscrizione, oppure qui, sul sito dell'autrice.
Chi volesse vedere la mia realizzazione della sciarpa "Saroyan" può farlo, oltreché qui su Ravelry, anche su questo post.





Non esitate a contattarmi se notate degli errori o dei passaggi poco comprensibili nella mia traduzione, mi raccomando!

sabato 9 ottobre 2010

Addio dolce, piccola Sarah.

Scusatemi, ma in questi giorni, come tutte voi penso, sono stata molto addolorata e sconvolta per il terribile epilogo della vicenda della povera Sarah Scazzi e, come mi capita sempre quando qualche evento mi colpisce troppo profondamente, non sono riuscita a trovare la forza per commentare sul blog.
Quali parole possono esprimere i sentimenti che tutti stiamo provando, lo sdegno o meglio l'orrore che ha suscitato nel nostro intimo ciò che quella ragazza ha dovuto subire? E lo sgomento che provoca in tutti noi il dover constatare di quali immonde, ignominiose atrocità può essere capace un essere umano contro un'altro essere umano...

Da mamma e da zia di una ragazzina quattordicenne che sembra la versione bruna di Sarah, soffro terribilmente insieme a quella povera madre e a tutta la famiglia Scazzi. Vorrei poterli abbracciare nel tentativo, sicuramente inutile, di alleviare il loro strazio.

Sono sempre stata e resto contraria alla pena di morte. Credo che in casi come questo l'unica pena giusta sia la morte civile, cioè l'ergastolo. Senza sconti, però. Condivido la frase terribile detta da una delle cugine di Sarah, la figlia maggiore dello zio-carnefice: "Mio padre deve pagare per quello che ha fatto. La pena di morte sarebbe la via più breve. Invece deve veder passare lentamente in carcere tutti i suoi giorni ". Nel più bruciante rimorso, aggiungo io.

Addio dolce, piccola Sarah. Piango e prego per te.


lunedì 4 ottobre 2010

Auguri di buon onomastico e...a proposito del nuovo sfondo

Oggi è San Francesco, patrono d'Italia, dunque gli auguri di buon onomastico sono d'obbligo per tutti coloro che portano questo bel nome. Inoltre è la giornata mondiale degli animali. Io li amo molto e mi piacerebbe che nel mondo ci fosse maggior rispetto per queste creature . Spero che l'aver dedicato loro una giornata mondiale serva almeno ad una maggior sensibilizzazione . Purtroppo però, date le ultime notizie su questo versante, per esempio in merito alla Direttiva europea sulla vivisezione, c'è poco da essere ottimisti!


**********************


Dai vostri commenti deduco con piacere che , a quanto pare, le bande bianche laterali si vedono soltanto se si ha un monitor molto grande, altrimenti lo sfondo copre tutto lo schermo. Meglio così!
Adesso che lo rivedo mi viene solo il dubbio che questo sfondo sia un po' troppo primaverile, forse poco adatto alla stagione in corso, ma...tutto sommato... forse è meglio rallegrarci con delle immagini floreali e vivaci quando fuori il tempo è grigio. Oltretutto utimamente, girando per i blog che seguo, ho notato che parecchie amiche virtuali stanno passando dei periodacci e hanno un umore nero. Ho cercato di star loro vicina, con quel poco che a distanza si può fare. Anch'io in verità sono molto giù, ma non riesco ad esternare i miei problemi sul blog. Forse perché preferisco che questa sia, per me e per chi mi legge, un'isola di serenità. E quindi, ben venga lo sfondo allegro e floreale!

Anzi adesso vi regalo una bella immagine di una pianta che ha rallegrato il mio giardino quest'estate.



E' una Lantana camara che produce tantissimi fiori, in questo caso bicolori rosa-crema che man mano diventano completamente rosa, ma ne ho anche una varietà con fiori completamente gialli e un'altra con fiori tricolori giallo-arancio-rossi. Ne esistono anche con fiori totalmente lilla e totalmente bianchi. La varietà lilla, al contrario delle altre, ha un portamento ricadente. E' una pianta resistente e la fioritura è molto prolungata. La cosa fantastica è che attrae moltissime farfalle. L'unica accortezza che bisogna avere è quella di potarla in inverno riducendola ...ai minimi termini! La pianta si rinnoverà completamente e tornerà ancora più bella la primavera successiva. Volendo si può anche potarla dandole la forma ad alberello. Io l'ho fatto con uno dei miei esemplari giallo-arancio-rossi e il risultato è davvero carino.

domenica 3 ottobre 2010

Nuovo sfondo!

Era da un po' che cercavo un nuovo sfondo per il mio blog. Ho trovato questo che mi sembra molto carino e molto adatto. Che ne pensate? Fatemi sapere le vostre opinioni, mi raccomando!
Non riesco ad eliminare le due bande bianche laterali, ma mi sa che è impossibile dato che ci sono anche sul blog dell'autrice di questo e di altri deliziosi sfondi. Se siete intenzionate a dare un nuovo look al vostro blog andate a darci un'occhiata.

Buona domenica a tutte!
Rosa

venerdì 1 ottobre 2010

Ecco la vincitrice...e il premio!

Il mio blog candy scadeva ieri. Come promesso, oggi pomeriggio ho effettuato l'estrazione. Ma...prima di rivelare il nome della vincitrice vi svelo qual è il premio-sorpresa!
Questa volta ho scelto un classico dei lavori all'uncinetto: un centrino! Ma è un centrino dalla forma un po' insolita. Guardate un po'...



Quello che vedete in foto in verità non è il centrino che riceverà la vincitrice, bensì l'originale da cui sto copiando il mio. Questo centrino l'ho sempre visto a casa di una mia zia, che l'ha ricevuto in regalo tanti anni fa. Mi è sempre piaciuto e desideravo copiarlo da tanto tempo. E così ho deciso di chiederlo in prestito e di realizzarlo per la vincitrice del mio blog candy, ma con un filato leggermente più sottile. Vi mostrerò il risultato non appena il centrino sarà pronto.

A proposito: ringrazio tutte voi per la partecipazione. Per essere un candy con regalo a sorpresa siete state in tantissime! E' stata una bella occasione per conoscere tante nuove amiche, che spero di non perdere più di vista.

E adesso...ecco le fasi dell'estrazione! Nella foto seguente potete vedere tutto l'armamentario pronto per effettuare il sorteggio. Le 64 partecipanti sono state via via annotate e numerate. Alle omonime ho affiancato il nome del blog per evitare confusioni. I numeretti che vedete a destra sono quelli eccedenti che ho tolto dal sacchetto.

Qui vedete la mano di mia figlia che mescola energicamente i numeri dentro il sacchetto...

Ed ecco il numero estratto ad occhi rigorosamente chiusi...è il 39!


E il 39 corrisponde a.........Mamanluisa! Cioè la mia carissima amica e conterranea Serafina!
Sono felicissima che il premio vada a lei per almeno due motivi: primo , Serafina mi segue da tantissimo tempo ed è la lettrice che ha attribuito più premi al mio blog. Secondo, Serafina ama i centrini eseguiti all'uncinetto e lei stessa è bravissima a realizzarli, come potrete vedere visitando il suo blog. Quindi ho ragione di credere che il mio premio sarà gradito. Almeno lo spero tanto!


Congratulazioni a Serafina e alle altre un abbraccio affettuoso e...appuntamento al prossimo candy!