giovedì 6 luglio 2017

Sal dei lavori in sospeso: coppia di asciugamani con pizzo a forcella e ricamo a punto filza

Ogni fine mese il SAL dei lavori in sospeso sul forum Isola creativa prevede che si pubblichino le foto dei lavori ultimati o gli avanzamenti dei lavori in corso. Lavori che erano stati lasciati in sospeso e messi da parte, s'intende.
Ma a fine giugno era impensabile che io potessi avere qualche UFO finito (UFO, lo specifico per chi non lo sapesse, nel mondo delle blogger creative, è una sigla che viene dall'espressione in inglese UnFinished Objects). Ma ecco che, appena liberatami dagli impicci scolastici, mi sono dedicata ad un lavoro che avevo iniziato l'anno scorso, sull'onda del corso sull'uncinetto a forcella che abbiamo seguito durante il meeting primaverile del forum.  Ecco cosa ho finalmente finito grazie agli insegnamenti di Nella.



Quasi subito dopo il meeting ho lavorato il pizzo a forcella e l'ho attaccato ai due asciugamani.

Chissà perché in questa foto il colore degli asciugamani sembra azzurro? Boh?

Poi mi sono bloccata perché questi asciugamani, acquistati tanto tempo fa al mercatino, non hanno l'ovale in tela aida, bensì in tessuto per punto miglio. Ecco che, non sapendo bene come ricamarli...gli asciugamani si sono trasformati in UFO e sono volati nello spazio siderale. Finché non mi è venuta l'idea di provare a ricamarli a punto filza. Oddio, avendo il tessuto una trama diversa dalla tela aida o dal lino, ho dovuto fare qualche adattamento allo schema del medaglione trovato su uno degli speciali di Mani di Fata dedicati al punto filza. Però direi che il risultato non è male. Voi che ne pensate?


domenica 2 luglio 2017

Camicetta estiva con collo scivolato

Ho già indossato più volte questa camicetta con il collo scivolato. Le maniche sono aperte sulle spalle e unite solo al bordo. Ho realizzato gli spacchetti laterali per una migliore vestibilità. 


Ho seguito diversi videotutorials, tra i tanti questo mi è stato più utile,  ma l'idea delle maniche aperte è mia. Per la verità è stato un adattamento che ho dovuto fare a causa del tessuto utilizzato. Mi spiego meglio: ho utilizzato un tessuto sottile, acrilico credo, non estensibile. Per creare il modello ho visto alcuni videotutorials e poi ho modificato il cartamodello della maglietta marrone che mi sta comodissima. Ma siccome la stoffa usata per questa camicetta non è estensibile, una volta imbastito e provato il modello, non mi ci trovavo comoda. Ecco perché ho dovuto fare aperture e spacchetti.

Ultimamente ho scoperto che esistono tanti modelli gratuiti in rete. Questo ad esempio è molto simile al mio e ha il cartamodello gratuito in varie taglie. Quest'altro modello invece è quasi uguale alla mia camicetta, ma entrambi i tutorial li ho trovati ...dopo aver già finito la mia. 
Credo di aver finalmente superato il blocco che m'impediva di dedicarmi al cucito. E adesso mi sto buttando in imprese di certo più grandi rispetto alla mia poca preparazione. Però spero di migliorare. Quest'estate voglio fare tesoro degli insegnamenti di mia madre. Lei da giovane cuciva abiti su misura sia per i familiari che su ordinazione per clienti anche molto esigenti. Ricordo ancora i meravigliosi vestitini che confezionava per me e le mie sorelle. E' assurdo avere una maestra bravissima a disposizione e non approfittarne. 

Intanto ho già realizzato un altro capo. Per adesso non vi dico di che cosa si tratta. Sarà una sorpresa. Vi dico solo che ne sono molto soddisfatta.

lunedì 26 giugno 2017

Sandalini per neonata all'uncinetto

Ultimamente mia figlia Irene si è rimessa al lavoro. Ad esempio ha realizzato questi bei sandalini in cotone e io me li sono subito accaparrati per regalarli a una mia alunna che recentemente ha avuto una sorellina.




Non sono tanto carini?
Se qualcuna fosse interessata al modello, ecco il videotutorial per realizzarli. Basta un click sulla parola colorata.



domenica 18 giugno 2017

Buon compleanno a me!

E anche quest'anno è arrivato. Tra i mille impegni di fine anno scolastico non me ne sono neanche resa conto, ma è arrivato: oggi è il mio compleanno. Fortunosamente capita in un giorno libero e non, come spesso succede, in uno dei giorni più faticosi dell'anno: quelli in cui, a rotta di collo, devo correggere le prove scritte d'esame. Quest'anno, per via del week end di mezzo, ho ancora meno tempo per correggere. Che ansia e che fatica! E vabbé, passerà anche quest'anno. Intanto mi auto faccio gli auguri con questa bellissima immagine trovata sul web e corro a cambiare la mia età sul profilo. A  presto!

PS: qualcuno sa spiegarmi perché non si riesce più a modificare il profilo blogger?????????????
Ho provato e riprovato ... ma niente. Non ci riesco più. Se nessuno  mi aiuta, su questo blog rimarrò una cinquantaseienne per sempre. *_*

sabato 27 maggio 2017

Moda fai da te: una maglietta nuova!

Fino adesso non ho avuto il tempo di farvi vedere la maglia a manica lunga che mi sono cucita qualche tempo fa. Devo dire che il risultato mi ha soddisfatta in pieno. La stoffa era bellina, una maglina operata che si è rivelata facile da cucire e molto pratica e comoda da indossare. 


Ho ricavato il cartamodello da un maglioncino leggero che avevo comprato e che mi stava bene come misura. E poi ho assemblato le varie parti senza neanche imbastire. Sarà che sono stata fortunata, ma la camicetta è venuta proprio bene.
Come vedete, nonostante io sia proprio alle prime armi con il cucito, non ho voluto rinunciare a rifinire per bene lo scollo con uno sbieco in raso sul rovescio. Mi sono fatta spiegare bene da mia madre come fare ed è andata bene. Ho indossato diverse volte la mia maglia, con un paio di pantaloni color corda e una pashmina sui toni del tortora e del rosa pesca che la ravvivava un po' e la rendeva più primaverile,  e ho ricevuto tanti apprezzamenti, primo fra tutti quello che più contava per me: quello di mia madre che, essendo una sarta bravissima, normalmente è molto critica quando osserva capi fatti a mano.
Adesso ho tagliato un' altra blusa leggera  e ho comprato altri due tagli di stoffa per fare dei capi estivi. Quindi...preparatevi a vedere altri esperimenti più o meno riusciti di un' apprendista sarta...molto apprendista e poco sarta in verità. :))  Ovviamente prometto che non mi metterò mai a cucire giacche e cappotti. Mi dedicherò sempre a modelli molto semplici, ma sarà comunquee una bella soddisfazione indossare capi realizzati in casa in poco tempo, con poca spesa e con stoffe scelte da me. Il che non è poco visto che i modelli e le fantasie che vedo nei negozi spesso non soddisfano per niente i miei gusti.

sabato 20 maggio 2017

Prairie star afghan ...finalmente finito!

Grazie al Sal dei lavori in sospeso del forum Isola creativa ho trovato finalmente  la voglia e la costanza per finire il mio Prairie star afghan. E, prima che il caldo ci faccia star male al solo guardare da lontano la lana, ve lo mostro in tutta la sua bellezza. Credetemi, non lo dico per presunzione, ma è venuto davvero bello bello bello. La foto non rende minimamente l'idea del bellissimo effetto che fa. Ma lo sapete, sono una pessima fotografa perciò...scusatemi e accontentatevi.


Il Prairie star afghan è un pattern gratuito di Mary Jane Protus e Marilyn Coleman  (qui su Ravelry), che avevo iniziato alcuni anni fa in occasione di un CAL sempre sull'Isola creativa. Ad un certo punto, come spesso succede, sopravvengono altre ispirazioni creative e ...il bellissimo plaid era rimasto in sospeso. L'autunno scorso l'ho ripreso in mano perché sul forum abbiamo deciso di portare avanti il Sal dei sospesi, proprio per cercare di portare a termine i tanti lavori che ognuna di noi inizia e poi mette da parte. Bene, sono orgogliosa di dire che...ha funzionato! Per me e anche per altre frequentatrici del forum.

Il plaid però veniva piccolino, mentre io avevo comprato quintali di filato. Allora mi sono messa alla ricerca di idee per ampliare il mio plaid. E così ho trovato questa blogger che, avendo la mia stessa esigenza, ha creato ben due schemi per ampliare il modello. Io ho scelto quello di misura intermedia, sufficiente per coprire, volendo, l'intero piano di un  letto matrimoniale. Ma c'è anche quest'altro, per chi volesse ottenere una misura ancora più grande e una forma rettangolare più allungata.

Ecco la parte che ho aggiunto rispetto al modello originale.






Nelle due foto seguenti potete vedere un angolo del plaid e il bordo che ho scelto per rifinirlo.

Si tratta di un particolare bordo a ondine che si inseguono sovrapponendosi leggermente. L'ho eseguito seguendo questo videotutorial in russo. Ma in seguito ho scoperto quest'altro video in italiano.  Ve lo indico per vostra maggiore comodita.
Carinissimo, vero?                                                             




Vi segnalo che esistono anche dei videotutorial che insegnano ad eseguire i rombi e i mezzi rombi e ad unire i vari elementi del plaid.
La spiegazione di questo modello è in inglese e le autrici non hanno disegnato degli schemi, ma in rete esiste lo schema del rombo, disegnato da una blogger francese. E anche il fototutorial per realizzare il mezzo rombo. Eccolo qua. Io, per il mio modello ho realizzato anche diversi mezzi rombi tagliati però sulla diagonale maggiore. Non ho creato uno schema però. Mi sono semplicemente regolata sulla falsariga del mezzo rombo tagliato sulla diagonale minore. Ma se qualche lettrice fosse interessata potrei provare a disegnare lo schema.

Questo plaid non l'ho fatto per me, ma per mia figlia. Spero che abbraccerà lei e il suo futuro marito per tantissimi anni. E ho già deciso che, in autunno ovviamente, inizierò un secondo plaid da destinare a mio figlio. Devo solo decidere se utilizzare lo stesso modello o sceglierne un altro altrettanto bello. Vedremo...

domenica 14 maggio 2017

Auguri alle mamme!

Tanti auguri a tutte le mamme del mondo!
E, siccome i miei figli mi conoscono molto bene, quest'anno mi hanno regalato una pianta di roselline rosse molto simile a queste. La pianterò in giardino e spero che vivrà per moltissimi anni.
Intanto la offro virtualmente a tutte le mamme che passano da questo blog.

Immagini tratte dal web.
Buona Festa della Mamma a tutte!